Il ponte

Il ponte
Quadro di Enzo De Giorgi

lunedì 22 febbraio 2010

co(r)rispondenze

Co(r)rispondenze ... comincia lo spettacolo.
Un nuovo inizio. Mi piacciono gli inizi. Mi piacciono così tanto che se mi guardo indietro non faccio che vedere una lunga scia di inizi. Perché questo blog? Come nasce? Perché "Co(r)rispondenze"?
Il blog nasce sicuramente da un bisogno, il bisogno di raccontarsi, di esserci nella parola, nell'immagine, nella musica, di "esserci". Io scrivo da molto. Come tanti ho iniziato a scrivere per me stessa. Poi ho continuato a farlo per gli "altri". Mai ho scritto meglio di quando mi sono immaginata un "interlocutore", fittizio o reale non era importante. Era importante che ci fosse, era importante sentire di scrivere per gli "altri". Io l'ho fatto usando uno pseudonimo che mi consentiva di avere una grande libertà narrativa. A dire il vero di pseudonimi tanti ne ho usati!!!Non sono nuova all'esperienza blog. Qualche mese fa ho smesso di "scrivere" in rete. Il "blog" talvolta è una cosa faticosa. Chi ti legge vuole essere aggiornato. Giorno per giorno i blogger finiscono per vivere una vita che possa essere raccontata, che possa avere dignità di scrittura. Ed è faticoso vivere per scrivere!!!
Poi i cerimoniali di corte ... che noia, ragazzi. Non ne potevo più. Non mi stimolava più. Mi sembrava di recitare un copione unto e bisunto. Ho chiuso più o meno tutti i miei spazi e ho cominciato a usare "facebook", con grande ritrosia inizialmente. Ho cominciato ad avere il piacere di usarlo quando ho capito che mi poteva davvero consentire di conoscere persone che diversamente non avrei mai incrociato. E qualche persona piuttosto interessante e stimolante l'ho incontrata. "Facebook" però non può che essere "ponte" sennò diventa anche quella esperienza sterile. E allora "da facebook al blog" ma non da soli, questa volta "insieme".
Come testata ho scelto un quadro che racconta in un'immagine quello che vorrei diventasse questo posto. Ringrazio Enzo De Giorgi per avermi offerto con il suo quadro un modo efficacissimo di "dire". Cliccando sull'immagine si arriva direttamente nel suo sito.
Il nome del blog ha nella mia testa un grande valore simbolico. Rimanda non solo al "Collettiva-mente" della nota che mi ha portato fin qui. Rimanda alla coralità, rimanda al cuore, rimanda alle rispondenze. Non vedo l'ora di fare partire l'avventura. E allora la smetto di blaterare da sola. Ora vi mando gli inviti e, se ne siete in qualche modo stimolati, dateci sotto. Se non si fosse capito ancora il tema del giorno è ... "Inizi".

12 commenti:

  1. Chi è Elica 2099? Non ho aperto nessun blog con questo nome. Eppure risulta dal profilo. Cominciano i misteri ... :)

    RispondiElimina
  2. Cara Giusy, siccome son tarda di comprendonio, mi (ti) domando come articolare gli interventi.
    Abbiamo licenza di "postare"?
    Indubbiamente hai avuto un'ottima idea. :)

    RispondiElimina
  3. Licenza??? Scherzi? E' il senso di questo blog. A più mani ... Il tema di oggi dovrebbe essere "inizi" ma se non ci piace il blog a tema possiamo cambiare tutto e fare a braccio un po' come ci viene, come ci va. Bacio.

    RispondiElimina
  4. Mi presento, sono Patrizia. Amica e cugina di Giusy. Non cambio account. Prima lo usavo col nome "l'altra amica" per motivi che Giusy conosce bene. Adesso sono "un'amica" che mi sembra più appropriato. :)
    Su Elica 2099 io ho qualche sospetto.. ;) ma potrei sbagliarmi.
    Sono felice di questo Inizio!! Mi piace il ponte che non rompe i ponti, appunto, ma offre la possibilità di danze nuove!!
    Felice inizio a tutti! E soprattutto grazie a te Giusy!
    patrizia

    RispondiElimina
  5. Era il mio vecchio blog e il mio nickname, si vede che l'ha messo in automatico

    Maurizio

    RispondiElimina
  6. L'ho capito che eri tu, Maurizio. Allora ragazzi. Lo spazio c'è. Difficile dire dove ci porterà. Io credo comunque che sarà una bella esperienza. Sono fiduciosa. :)

    RispondiElimina
  7. Salve a tutti e un grazie a Giusy.
    Sono onorata di far parte del team.
    Un saluto,
    Laura

    RispondiElimina
  8. Idea carina,...un salotto, un pic nic, una passeggiata insieme, un gran banchetto, un frutto dall'albero preso a più mani, un pensiero che si fa poesia. Una lettera si scrive da sola se sa dove andare. Corrispondenze è il luogo che attende quelle lettere come il terreno la goccia di rugiada dalla foglia.
    Un luogo abitato da pensieri nuovi dove alcuni dei miei pensieri possono crescere e tornare.
    Sento che l'humus dell'umanità che lo fermenta è delicatamente invitante.
    Mi perdonerete se vi parlerò delle mie scoperte del comunicare mediterraneo creando magari un gioco di rimandi con il dialogo mediterraneo che si svolge su un vicino terreno di corrispondenze... www.comunicaremediterraneo.it ... ;-)

    RispondiElimina
  9. Ciao Stefano, legittimo chiedersi a quale scuola hai studiato!!! Dio come scrivi bene. Che sia stato davvero quel prof che ci parlava della castellana dagli occhi biondi e i capelli turchesi? Che davvero sia stato lui la palestra per una scrittura così raffinata? Ne dubito. Guarda che te lo sto dicendo in modo scherzoso ma sto parlando sul serio. Mi piace troppo come scrivi. Benvenuto nel team. Sono felicissima della tua presenza qui. :)

    RispondiElimina
  10. @ Laura. Anche della tua Laura. Mi sa che puoi postare quella cosa che hai scritto in treno. Ci liberiamo della strettoia "tema del giorno". E che stiamo a scuola? ;-)

    RispondiElimina
  11. ciao Giusy, sono passata sbirciando, un'oesservazione veloce, poi tornerò con calma...grazie dell'invito!
    BACI!
    dandapit

    RispondiElimina
  12. Ti aspettiamo allora. Ciao danDa. :)

    RispondiElimina